Dal Mondo

Il 28enne Dennis Kimetto ha stabilito il record del mondo sulla distanza dei 25 chilometri nella Big 25 Berlin in 1h11:18, migliorando il precedente limite di Samuel Kiplimo Kosgei in 1h11:50 realizzato due anni fa sullo stesso percorso. Si tratta del settimo record del mondo realizzato in questa gara , che termina da sempre sulla pista dello Stadio Olimpico di Berlino. L’altro keniano Wilfred Kigen è secondo in 1:11:29 sul connazionale Jacob Kendagor, terzo in 1:11:59. Quarto il keniano Edwin Kiptoo in 1:12:39 sull’etiope Aschalew Neguse Meketa, quinto in 1:14:40, e sui connazionali Moses Too, sesto in 1:14:57, e Edwin Kimaiyo, settimo in 1:15:13.La gara ha registrato il passaggio del gruppo al 5° km in 14:00, al 10° in 28:21 e al 15° in 42:46. Dal 17° sono rimasti in testa quattro keniani, Kipruto Koech, Edwin Kiptoo, Wilfred Kigen e Jacob Kendagor, con Kiptoo staccatosi immediatamente dopo un tratto in salita. Kengador, partito come pacer, ha progressivamente rallentato, con la gara che si è decisa con l’allungo del vincitore tra il 23/24° km. La 27enne keniana Caroline Chepkwony vince la gara femminile in 1h22:56, distante dal primato di Mary Keitany in 1h19:53 di due anni fa, ma ottenendo la terza prestazione più veloce nella storia di questa gara. La Chepkwony ha staccato da subito le sue avversarie passando al 10 km in 32:11. L’etiope Taemo Shumye Woldegebriel è seconda in 1:25:21 sulla francese Christelle Daunay, terza in 1:25:27. Quarta la keniana Consolater Yadaa in 1:26:13 sull’etiope Gulume Tollesa Chala, quinta in 1:27:05. 10478 i partecipanti complessivi alla manifestazione.

La 3^ Every One Half Marathon Races nell’Haile Resort di Hawassa (Etiopia) è vinta da Habtamu Assefa in 1:03:38 su Sintayehu Merga, secondo in 1:03:49, e Tsegaye Assefa, terzo in 1:04:02. Tra le donne vince Zeytuna Areb in 1:13:40 su Tsegereda Girma, seconda in 1:14:03, e Keneni Assefa, terza in 1:14:12. Tutti i premi sono stati consegnati da Haile Gebrselassie.

La maratona di Hannover, in Germania, è vinta dal keniano Joseph Kiptum in 2:09:56 che supera allo sprint l’etiope Megersa Bacha Chikuala (vincitore nel 2011 della Roma-Ostia), secondo nello stesso tempo del vincitore. Terzo è il keniano Peter Kurui (2:10:09) seguito nell’ordine dagli etiopi Abdisa Sori Bedada (2:10:15), Tamrat Beyecha Bekele (2:11:11) e dal keniano Amos Matui (2:11:33). Primo europeo, ottavo, l’irlandese Barry Minnock in 2:17:40. Vittoria con record della corsa al femminile per la russa Natalya Puchkova in 2:30:17, giunta a spalla con l’etiope Aberume Mekuria (stesso tempo). Terza è la etiope Halima Hassen Beriso in 2:30:26 che precede le connazionali Zeineba Hasso Hayato (2:30:27) ed Eyerusalem Kuma (2:30:33). 1524 i finisher. Thomas Bartholome vince la mezza in 1:08:51 su Daniel Wienbreier, secondo in 1:10:11, e Thomas Schonemann, terzo in 1:10:31. Katrin Krell è la prima donna in 1:21:14 su Nicole Krinke, seconda in 1:21:25, e Sonja Von Opel, terza in 1:22:15. 5101 i finisher.

La 12^ Heilbronner Trollinger-Marathon (Germania) è vinta dal tedesco David Ndusu in 2:24:34 sui connazionali Uwe-Kay Muller, secondo in 2:32:49, e Marco Diehl, terzo in 2:38:05. Stephanie Feger è la prima donna in 3:10:19 su Petra Hartmann, seconda in 3:16:55, e Christine Sigg-Sohn, terza in 3:20:12. 539 i finisher. Il keniano Evans Kibett Chelanga vince la mezza in 1:05:33 sui tedeschi Vice Kiplangat, secondo in 1:07:40, e Peter Keinath, terzo in 1:12:02. Navina Fenzl è la prima donna in 1:24:00 su Heike Volkert, seconda in 1:24:23, e Andrea Thieken-Arens, terza in 1:28:39. 4352 i finisher.

La 9^ Salzburg Marathon è vinta dal keniano Martin Kiprugut Kosgei in 2:16:36 sui connazionali James Mregu, secondo in 2:16:44 e Julius Mbgubua, terzo in 2:16:49. Quarto l’altro keniano Kenneth Korir in 2:17:39. La keniana Joan Rotich è la prima donna in 2:36.08 sulla connazionale, campionessa uscente, Risper Kimaiyo, seconda in 2:39:15. Campioni austriaci si laureano Karl Aumayr in 2:23:25, 5° assoluto tra gli uomini, e Karin Freitag in 2:47:14 3^ assoluta tra le donne, pb per entrambi. Jurgen Kropf vince la mezza in 1:13:34 su Herbert Gruber, secondo in 1:14:08, e Christian Hirner, terzo in 1:15:24. Pia-Maria Thoma è la prima donna in 1:25:09 su Elisabeth Fersterer, seconda in 1:25:48, e Petra Ganster, terza in 1:28:22.

Nella 13^ Gutenberg Mainz Marathon (Germania) successo per il keniano Silas Toek in 2:12:17 sul tanzaniano Mohamed Msenduki Ikoki, secondo in 2:13.28, e Kassa Berhanu, terzo in 2:14.04. Quarto l’etiope Edwin Kipchirchir Kemboi in 2:14:23 sul moldavo Roman Prodius, quinto in 2:14:25. Tra le donne vince la russa Tatiana Vilisova in 2:32:01 sull’ucraina Olga Kotovska (2:33:15) e sulla keniana Esther Wanjiru (2:43:06). Quarta l’etiope Drbe Neme Kumsa in 2:45:52. 1191 i finisher. Il tedesco Benedikt Hoffmann vince la mezza in 1:09:21 sull’etiope Alemu Wondwossen, secondo in 1:11:13, e sul connazionale Till Schramm, terzo in 1:13:06. La tedesca Kerstin Stephan è la prima donna in 1:23:24 sull’austriaca Anja Prieler, seconda in 1:23:47, e sulla connazionale Gabi Hofmeister, terza in 1:24:12.

La 14^ Winterthur Marathon (Svizzera) è vinta da Felix Schenk in 2:42:26 su Peter Schranz, secondo in 2:46:71, e Richard Weiss, terzo in 2:49:30. Denise Zizzermann è la prima donna in 3:02:19 su Astrid Muller, seconda in 3:07:21, e Dominique Meister, terza in 3:11:25. 175 i finisher. Negussie Bekele vince la mezza in 1:12:25 su Michael Fluchiger, secondo in 1:12:44, Thomas Frieden, terzo in 1:12:47. Annina Berri è la prima donna in 1:17:50 su Kathrin Gotz, seconda in 1:23:40, e Barbara Schwarz, terza in 1:26:08. 1064 i finisher.

La Genéve Marathon for Unicef è vinta dall’etiope Tewodoros Asfaw in 2:19.26 sui connazionali Terefe Seifu, secondo in 2:19.52, e Hailu Bergashaw, terzo in 2:25:12. Prima donna è la russa, neo-francese, Yulia Vinokourova in 2:44:29 sulla greca Andriani Domvrou, seconda in 3:03:38, e sulla portoghese Nisa Camelo, terza 3:12:30. 902 i finisher. Il tunisino Medhi Khelifi vince la mezza in 1:07:40 sull’etiope Wadajo Alemhyew, secondo in 1:07:50, e sull’eritreo Felfele Tesfaye, terzo in 1:08:11. La francese Aline Camboulives è la prima donna in 1:15:49 sulle svizzere Tenke Zoltani, seconda in 1:20:55, e Penuel Kiondo, terza in 1:24:04. 3404 gli arrivati.

La Running for Children Windhagen Marathon (Germania) è vinta da Torsten Schneider in 2:58:26 su Thomas Dogen, secondoKathrin Stock in 3:04:24, e Sven Winkelmann, terzo in 3:11:17. Kathrin Stocker è la prima donna in 3:26:11 su Inge Raabe, seconda in 3:32:26, e Carina Jochum, terza in 3:36:01. Detlef Ellebrecht vince la mezza in 1:22:37 su John Achtendung (1:23:20) e Jurgen Freiberg (1:27:24). Debbie Schoneborn è la prima donna in 1:33:30 su Rabea Schoneborn (1:33:31) e Maresa Kassel (1:36:31).

La Goitzche Marathon (Germania) è vinta da Andreas Wagner in 2:51:23 su Thomas Scholzke, secondo in 2:53:24, e Heiko Brummer, terzo in 2:58:11. Marzena Morawska è la prima donna in 3:05:03 su Sylvia Renz, seconda in 3:09:39, e Juliane Detlefsen, terza in 3:11:41. Michael Kutscher in 1:15:50 e Barbara Sobczyk in 1:26:49, vincono la mezza.

Nella 9^ Martin Fiz Maraton di Vitoria (Spagna) è vinta da Mohamed Affadas in 2:32:28 su José Felix Bibao Villate, secondo in 2:32:42, e Josu Amutio Kareaga, terzo in 2:33:50. Vittoria femminile per Eneritz Sein Agirregomezzkorta in 2:59.24, su Laura Garcia Mejuto, seconda in 3:05:31, e Beatriz Delgado Herrero, terza in 3:22:39. 457 i finisher.

Dominio kenaino nel 28^ miglio di Attnang, in Austria: vince Bensen Seurei in 4:02.46 su Erastus Chirchir (4:06.86). Primo europeo il polacco Mateusz Demczyszak, quinto in 4:12.22.

Diego Ruiz vince la 30^Milla Aranda de Duero (Burgos, Spagna) in 4:17 su Alvaro Rodriguez, anch’egli in 4:17. Terzo Francisco Javier Abad Sebastian in 4:19. Nuria Fernandez è la prima donna in 4:55 su Solagne Andreia Pereira, seconda in 4:59, e Elena Garcia Grimau, terza in 5:03.

La Carrera Divina Pastora di Oviedo (10 km) è vinta da Abdelatif Msabbet in 31:24 su Noureddine El Hachoumi, seconda in 32:23, e Oscar Espinera Vilarino, terzo in 32:36. Marta Dominguez è la prima donna in 33:10 su Esther Alvarez Herrero, seconda in 38:43, e Cristina Rodriguez Fuentes, terza in 41:14.

La Milla Urbana de la Roda di Albacete (14° Memorial Lozano) è vinta da Elhassan Oubaddi in 4.16 su Victor Corrales Quero (4.18) e Francisco Espana Cobo (4.20). Laura Mendez Esquer è la prima donna in 5.13 su Sonia Plaza Higueras (5.15) e Clara Simal Martin (5.19).

La Milla Sagrada Familia di Barcellona è vinta da Manuel Olmedo in 4.17 su Luis Alberto Marco (4.18) e Juan Carlos Higuero (4.18). Solange Pereira è la prima donna in 4.52 su Isabel Macias (stesso tempo) e Judit Pla (4.54).

A Minsk, nei campionali nazionali bielorussi di CC, vincono Sergey Platonov in 14:30 (5 km) e Irina Ananeko in 13:11 (4 km).

Il 30enne Sergio Reyes, 12° alla recente Boston Marathon, vince la Cincinnati Flying Pig Marathon (Ohio, Usa) in 2:22:04. Staccati, salgono sul podio, Rob Morwood, secondo in 2:37:30, e James Beyer, terzo in 2:38:13. La 30enne Rachel Bea vince la gara femminile in 2:54:38 su Heather Backer, seconda in 3:00:20, e Kerry Lee, terza in 3:01:07. 4084 i finisher.

L’etiope Gezahgn Eshetu vince la Vancouver International Marathon (Canada) in 2:21:51 su Bernard Onsare, già vincitore nel 2009 e nel 2011, secondo in 2:22:16, e Ryan Day, terzo in 2:29:22. La britannica, residente nel Canada, Ellie Greenwood, vince tra le donne in 2:42:16 su Mary Akor, qui impostasi nel 2004, 2008 e 2009, seconda in 2:46:01, e Catrin Jones, terza in 2:52:11. 4232 gli arrivati. La mezza è vinta dal keniano Kip Kangogo in 1:04:48 sui connazionali Willy Kiptoo Kimoso, secondo in 1:05:07, e Kibet Rutto, terzo in 1:06:28. Vittoria femminile per la canadese Natasha Wodak-Fraser in 1:15:12 sulla statunitense Allison Macsas, seconda in 1:15:31, e sulla connazionale Lucy Smith, terza in 1:18:38.

L’etiope Urga Negew vince la Belfast City Marathon (Irlanda) in 2:13:41 sul keniano David Kipserem Kisang, secondo in 2:15:57, e sul campione uscente, l’altro keniano Joseph Chesire, terzo in 2:18:09. Vittoria keniana al femminile con Alice Chelangat in 2:39:02, nuovo record del percorso, sulla russa Yelena Kozevnikova, seconda in 2:42:10, e sulla polacca Wioletta Kryza, terza in 2:43:57. 2882 i finisher.

Brian Mcmahon vince la Great Limerick Run (Irlanda) in 2:28:09 su George Waugh, secondo in 2:28:33, e Peter Mooney, terzo in 2:39:38. Angela Mccann è la prima donna in 2:58:36 su Tracey Roche, seconda in 3:04:33, e Mary Sweeney, terza in 3:07:41. 523 i finisher.

La Three Forts Marathon di West Sussex (Regno Unito) è vinta da Chris Mallinson su 3:19:55 su Dan Cobby, secondo in 3:29:39, e Toby Burrows, terzo in 3:31:50. Hadley Lund è la prima donna in 4:00:57 su Katarzyna Burdzy, seconda in 4:04:24, e Tracey Horne, terza in 4:07:43. 293 gli arrivati.

La Skopje Marathon, in Macedonia, è vinta dal keniano Patrick Wambugu in 2:26:41 sul russo Alexsey Troshkin, secondo in 2:32:21, e sullo spagnolo Marc Roig, terzo in 2:34:15. La keniana Cecilia Warutumo vince tra le donne in 2:54:56 sulla russa Tatiana Perepelkina, seconda in 3:03:18, e sull’ungherese Katalin Farkas, terza in 3:17:36. La mezza è vinta dal serbo Sasa Stolic in 1:11:54 sul russo Denis Korablev (1:12:34) e sullo statunitense Joshua Peterson, terzo in 1:13:25. La magiara Agnes Kiss è la prima donna in 1:22:59 sulla serba Danjela Barac, seconda in 1:29:11, e sulla macedone Enisa Tasevska, terza in 1:32:20.

Il 28enne keniano James Kirwa vince la Pittsburgh Marathon (Pennsylvania, Usa) in 2:14:09 sul campione uscente, Jeffrey Eggleston, secondo in 2:14:26, e Nixon Kiplagat, a lungo in testa da solo, terzo in 2:14:46. Il testa a testa decide la gara femminile con la 29enne marocchina Malika Mejdoub che ha meglio in 2:39:31 sull’etiope Alemtsehay Misganaw, seconda in 2:39:32. Terza l’altra etiope Hirut Beyene in 2:39:56. 4608 i classificati.

Secondo successo consecutivo per Brendan Kenny in 2:27:57 nella Toronto Marathon (Canada) su Robert Winslow, secondo in 2:28:52, e su David Savard Gagnon, terzo in 2:31:54. Jutta Merilainen è la prima donna in 2:47:17 su Katie Snowden, seconda in 2:49:16, e Dale Findlay, terza in 2:52:07. 1745 i finisher.

Il 38enne Jason Page vince la New Jersey Marathon di Long Branch (USA) in 2:33:13 sullo svedese Bennet H Gc, secondo in 2:33:59, e su Joshua Korth, terzo in 2:33:33. La 24enne Megan Digregorio è la prima donna in 3:00:44 su Elisabeth Drew, seconda in 3:02:25, e Amy Maier, terza in 3:04:42. 2304 gli arrivati.

Joe Campanelli vince la Mississauga Marathon (Canada) in 2:32:52 su Michel Lavoie, secondo in 2:34:29, e Nelson Ndereva, terza in 2:35:04. In campo femminile, vince Amy Frazier in 2:57:28 su Christina Clark, seconda in 2:58:18, e Kim Fleet, terza in 3:04:58. 827 i classificati.

Il 34enne Peter Omae Ayieni è il vincitore della OC Marathon di Newport Beach (California, Usa) in 2:31:18 su Nate Clayson, secondo in 2:34:50, e Martin Rindahl, terzo in 2:42:08. La 31enne Maika Carlsen è la prima donna in 2:53:13 su Stephanie Kato, seconda in 2:55:05 e Alivia Mazura, terza in 3:00:26. 1853 i finisher.

La Kalamazoo Marathon (Michigan, Usa) è vinta dal 29enne Justin Gillette in 2:28:02 su Zachery Wegner, secondo in 2:57:49 e Jack Cherewatti, terzo in 2:58:13. La 22enne Nicole Clement è la prima donna in 3:04:55 su Michelle Neel, seconda in 3:15:48, e Larissa Binkley, terza in 3:16:03. 703 gli arrivati.

Il 30enne Patrick Moulton vince la Cox Sports Providence Marathon (Rhode Island, Usa) in 2:28:26 su Jeffrey Wadecki, secondo in 2:28:37, e Thomas O’Grady, terzo in 2:31:02. Vittoria rosa per la 26enne Sarah Bourne in 2:53:44 (pb) seguita da Amelia Landberg, seconda in 2:54:27, e da Bridget McCarthy, terza in 2:54:49. 1354 i classificati.

Il 29enne Ryan Donovan, gia vincitore nel 2009, vince la Colorado Marathon di Fort Collins (Usa) in 2:32:34, su Chuck Radford, secondo in 2:42:44, e Michael Jackson, terzo in 2:45:38. La 23enne Ellie Keyser è la prima donna in 2:58:09 su Sarah Hansen, seconda in 2:59:35, e Wendy Mader, terza in 3:11:04. 988 i finisher.

Il 29enne Cameron Ausen è il vincitore della Wisconsin Marathon di Kenosha (Usa) in 2:36:30 su NJate Canton, secondo in 2:39:50, e Christopher Schmidt, terzo in 2:40:38. La 35enne Karrie Hamstra-Wright è la prima donna in 2:57:58 su Lisa Phillips, seconda in 2:59:13, e Patti Koury, terza in 3:12:57. 812 gli arrivati.

L’Avenue of the Giants Marathon di Eureka (California, Usa) è vinta dal 33enne Robert Brinzer in 2:50:15 su Owen Beck, secondo in 2:52:15, e David Strauss, terzo in 2:54:43. Sadie Wilson è la prima donna in 3:05:42 su Sara Roche, seconda in 3:18:54, e Alice Nielsen, terza in 3:19:03. 412 i classificati.

La Long Island Marathon di East Meadow (New York, Usa) è vinta dal 29enne Emiliano Garcia in 2:36:22 su Armando Ramirez, secondo in 2:37:54, e Adam Mulia, terzo in 2:39:26. La 25enne Lindsey Block è la prima donna in 3:00:41 su Crystal Cammarano-Perno, seconda in 3:07:29, e Jennifer Barrett, terza in 3:18:19. 725 i finisher.

La Tacoma City Marathon (Washington, Usa) è vinta dal 45enne Michael Lynes in 2:44:54 allo sprint su Andy Henshaw, secondo nello tempo. Eric John è terzo in 2:54:29. Allison Linnell è la prima donna in 2:48:04 su Sabine Pullins, seconda in 3:14:25, e Merita Trohimovich, terzo in 3:18:09. 398 gli arrivati.

Il 36enne Patrick Russell vince la Eau Claire Marathon (Wisconsin, Usa) in 2:36:17 su Scott Hayden, secondo in 2:37:46, e Jason Bond, terzo in 2:42:03. April Cole è la prima donna in 3:12:20 su Jamie Blumentritt, seconda in 3:20:22, e Karen Schoenrock, terzo in 3:22:54. 308 i classificati.

Il 25enne Kaleb Keyserling vince la Potomac River Run Marathon di Carderock (Maryland, Usa) in 2:48:24 su Thomas Francis Jensen, secondo in 2:55:43, e Greg Dawson, terzo in 3:00:49. La 44enne Debra Saltz è la prima donna in 2:30:17 su Judy Y.C. Chen, seconda in 3:08:35, e Jennifer Quartes, terza in 3:18:24. 274 i finisher.

La New River Marathon di Boone (North Carolina, Usa) è vinta da Caleb Masland in 2:47:16 su Michael Dwomoh, secondo in 2:59:08, e Michael Smeiser, terzo in 2:59:41. La 24enne Kayla Campasino è la prima donna in 3:31:45 su Meaghan Collins, seconda in 3:33:47, e su Beth Prye, terza in 3:37:44. 237 gli arrivati.

La Prescott YMCA Whiskey Row Marathon (Arizona, Usa) è vinta dal 32enne Brian Tinder in 3:09:27 su Andres Santiago, secondo in 3:13:19, e Jeff Rome, terzo in 3:13.28. Tra le donne vince la 37enne Randi Simon in 3:32:56 su Amy Hobson, seconda in 3:34:15, e Alwyne Butler, terza in 3:55:26. 166 i classificati.

Il 30enne Shaun Martin vince la Shiprock Marathon (New Mexico, Usa) in 2:34:59 su Elroy Tso, secondo in 2:57:58, e Jay Johnson, terzo in 3:08:11. La 38enne Robin Halloran è la prima donna in 3:32:14 su Heather King, seconda in 3:42:59, e Sarah Hurst, terza in 3:45:02. 157 i finisher.

La River Towns Marathon di Susquehanna (Pennsylvania, Usa) registra il successo del 39enne Joshua Finger in 2:51:31 su Karsten Brown, secondo in 2:52:41, e Jason Wiley, terzo in 2:56:51. La 465enne Wendy Walsh vince tra le donne in 3:32:25 su Elisabeth Linde, seconda in 3:53:03, e Lauren Yannarella, terza in 3:57:07. 92 gli arrivati.

Il 21enne Zachary Pope vince la Lake Lowell Marathon di Nampa (Idaho) in 2:53:33 su Brian Baker, secondo in 3:13:01, e Hugo Martinez, terzo in 3:17:20. Vittoria femminile per la 36enne Leanna Fischer in , 3:21:16 su Carolyn Loffer, seconda in 3:36:46, e Michelle Heart, terza in 3:50:25. 63 i classificati.

La Provo City Marathon (Utah, Usa) è vinta da Brandon Hebbert in 2:27:30 su Jonathan Kotter, secondo nello stesso tempo, e a Jordan Perry, terzo in 2:32:09. Julie Esplin è la prima donna in 2:59:24 su Alison Bartholomew, seconda in 3:17:20, e Mckenzie Montague, terza in 3:19:45. 247 i finisher.

Pista

Subito Usain Bolt. Gran debutto stagionale, infatti, nel Jamaica Invitational di Kingston, con 9.82 (wl) sui 100 in rimonta negli ultimi 40 metri su Michael Frater, secondo in 10.00, e Lerone Clarke, terzo in 10.03, dopo due false partenze. Primato stagionale anche per Yohan Blake sui 200 in 19.91 sui connazionali Nickel Ashmeade (20.09) e Warren Weir (20.21). Primato stagionale anche per la statunitense Carmelita Jeter che vince i 100 donne in 10.81 sulla trini degna Shelly-Ann Baptiste (10.86) e sulla locale Kerron Stewart, terza in 10.89. Quarto wl sui 400 donne per la giamaicana Novlene Williams-Mills in 49.99 sulla statunitense Sanya Richards-Ross (50.11) e sulla britannica Christine Ohuruogu, terza in 50.93. La 37enne Brigitte Foster-Hylton, tornata ai vecchi splendori, vince i 100 hs in 12.51, seconda prestazione dell’anno, sulla canadese Priscilla Lopes-Schliep (rientrata da poco dalla maternità), seconda in 12.64, e sulla britannica Tiffany Porter-Ofili (12.65). Sui 110 hs, ovviamenti maschili, vince il giamaicano Hansle Parchment in 13.19 su Ronnie Ash (13.20). Sui 200 donne, vittoria statunitense per Bianca Knight in 22.49 su Shelly-Ann Fraser-Pryce (22.53) e Shalonda Solomon (22.82). Sui 400hs, vittoria per Bershawn Jackson in 48.73 tra gli uomini e di Melaine Walker al femminile in 55.28. Il giro di pista vede la vittoria di Calvin Smith in 45.47 sul trinidegno Renny Quow, secondo in 45.48; vittoria dell’etiope Aman Wote in 3:35.92 sui 1500 e dello statunitense Ben Bruce in 8:34.17 sui 3000 siepi. Reese Hoffa vince il peso con 20.71. Nel lungo donne vince Brittney Reese con 6.56.

LaShawn Merritt vince i 200 a St.Martin (Caraibi) in 20.16; Sui 100 vittoria per la statunitense LaShauntea Moore in 11.01 e sui 200 per la connazionale Jeneba Turnbull-Tarmoh in 22.51; sempre Usa sui 100 hs per Wells in 12.55 su Crawford (12.66). Sui 400 vince il bahamense Avard Moncur in 46.11 su Claudio Licciardello(46.22); tra le donne vince la statunitense Keisha Baker in 51.37 su Libania Grenot (51.42).

Nel meeting hawaiiano di Waikuru, la statunitense Stephanie Trafton-Brown, campionessa olimpica di lancio del disco, migliora il record nazionale con 67.74; vittoria maschile per l’australiano Martin con 65.63.

A Townsville, l’australiano Benn Harradine ottiene il record nazionale e continentale di lancio del disco con 67.53.

In Ungheria, a Budapest, wl per Zoltán Kovago nel disco con 68.21.

A Fayetteville, Aries Merritt vince i 110hs in 13.03, primato stagionale e pb. Akheem Gauntlett vince i 200 in 20.45 su Jeremy Wariner, quarto in 20.76.

A San Diego, il britannico Greg Rutherford vince il lungo con 8.35 (record nazionale uguagliato).

In Texas, a Lubbock, doppietta per i gemelli belgi Borlée: Kevin vince i 400 in 45.33 su Gil Roberts (44.93); Jonathan vince i 200 in 20.31.

Nell’Oxy Invitational di Eagle Rock, gran rientro per Ryan Bailey sui 100 in 10.01; il dominicano Felix Sanchez vince i 400hs in 45.33; Funni Jimoh vince il lungo donne con 6.80.

A Eugene, negli Oregon Twilight, wl nell’eptathlon per la canadese Theisen con 6.353 punti e nei 3000 siepi per Bridget Franek in 9:39.77. Andrew Wheating vince i 1500 in 3:44.97; Tyler Mulder gli 800 in 1:46.44.

A Clemson, nel Bob Pollock Spring Invitational, 10.10 ventoso sui 100 per il rientrante bahamense Derrick Atkins. Manteo Mitchell vince i 400 in 46.06 e Drew Brunson i 110 hs in 13.64. La trinidegna Josanne Lucas vince i 400 hs in 57.29.

In Pennsylvanya, a University Park, gran lancio del peso per Ryan Whiting con 21.50.

A Birmingham, la nigeriana Gloria Asumnu in 11.21 (+0.3) sui 100 e di Kimberlyn Duncan in 22.75 (+0.1) sui 200.

A Aix-Les-Bains, in Francia, debutto stagionale per Christophe Lemaitre nell’Interclub meet in 20.48 (-0.5) sui 200 m

Nel campionato ceko di 10000 m di Hradec Kralove, s’impongono Ivana Sekyrova in 35:12.47 al femminile e Milan Kocourek tra gli uomini in 29:33.56.

Nel campionato tedesco di 10000 m di Marburg, s’impongono Sabrina Mockenhaupt in 32:24.36 al femminile e Philipp Pflieger, tra gli uomini in 28:45.76.

Nel Golden Grand Prix di Kawasaki, in un meeting flagellato dal cattivo tempo, vittoria per il cinese Liu Xiang in13.09 sui 110 hs sullo statunitense Omo Osaghae (13.33); primato stagionale sui 3000 siepi per il keniano Jairus Kipchoge in 8:18.06 sl connazionale Conseslus Kipruto (8:19.49) e sull’etiope Roba Gari (8:19.62). Amantle Montsho vince i 400 donne in 50.52 sull’irlandesa Jo Cuddihy (51.78); , Allyson Felix i 100 donne in 11:22 sull’australiana Melissa Breen (11.38), mentre sui 100 maschile vince il cinese Su Bingtian in 10.04 su Mike Rodgers (10.05) e Kim Collins (10:07). Il keniano Job Koech Kinyor vince gli 800 in 1:47.05, come l’etiope Alem Gereziher tra le donne in 2:05.86.

Nei South African Open Championships di Pretoria, aperti agli stranieri, la tedesca Betty Heidler vince il martello con 76,66 sulla connazionale Klaas ( 75.13). Wenda Theron vince i 400 hs in 55.38 (55.37 in batteria); Zarck Visser vince il lungo in 55.36 ; la namibiana Tjipekapora Herunga vince i 400 in 51.24.

A Nairobi, nei Kenya Prisons Championships, Silas Kiplagat vince gli 800, in 1:44.8, pb, su Reuben Bett, second in 1:46.0, e Isaac Kipketer, terzo in 1:47.2. Sui 1500, vince Kibet Bargetuny in 3:40.7 su Thomas Longosiwa (3:41.0) e Dominic Mutuku (3:41.6). Sui 5000 vince Timothy Kiptoo in 13:40.0 su Silas Muturi (13:47.5) e John Mwangangi (13:48.4); sui 10,000 vince Isaac Korir in 28:25.2 su John Mwangangi in 28:47.5 e Charles Cheruiyot 28:51.1; sui 3000 siepi vince Lawrence Kemboi in 8:38.4 su Michael Kimutai (8:39.6) e Patrick Churkor (8:43.0). Al femminile Faridah Chelanga vince i 5000 in 16:10.0 su Jane Mwikali (16:12.3) e Margaret Waithera (16:18.0); Priscillah Lorchima vince i 10000 in 33:52.0 su Alice Mogire (34:15.5) e Caroline Kwambai (34:46.5).

Nella 25esima edizione del Multistars, a Desenzano del Garda, vince il kazako Dmitry Karpov nel decathlon con 8172 punti (seconda prestazione mondiale e migliore europea dell’anno) sul britannico Ashley Bryant (7689) e sull’islandese Einar Làarusson (7590). Nell’Eptathlon vince la 27enne greca Sofia Yfantiodou con 6109 punti (pb) sulla francese Blandine Maisonnier (6082) e sulla britannica Katarina Johnson-Thompson (6007). Fonte PODISTI.NET

 

Lascia un commento