Dal Mondo

La Federazione keniana ha annunciato gli atleti che prenderanno parte alla Maratona olimpica di Londra: Wilson Kipsang Kiprotich, Abel Kirui e Moses Mosop tra gli uomini; Mary Keitany, Edna Kiplagat e Priscah Jeptoo tra le donne. Esclusi quindi il primatista del mondo Makau, e Geoffrey ed Emmanuel Murai.

L’etiope Abdullah Dawit Shami, già terzo a Roma e Carpi, vince la 27^ maratona di Amburgo in 2:05:58 (primato della corsa), prendendo il comando della testa dopo il trentesimo chilometro. Lo seguono il connazionale Dadi Yami, secondo in 2:07:01, il keniano Augustine Rono, terzo in 2:07:23, e l’altro etiope Shumi Dechasa, quarto in 2:07:56. La keniana Rael Kiyara vince tra le donne in 2:23:47, anche questo record della gara, sulle etiopi Netsanet Abeyo seconda in 2:24:12 e Etalemahu Kidane, terza in 2:25:49. Quarta la keniana Beatrice Toroitich in 2:27:41. 10317 i finisher.

Nella Düsseldorf Marathon vince l’etiope Seboka Diriba Tola in 2:08:27, record del percorso (ultimo km corso in 2:49), su Duncan Koech, secondo in 2:08:33, e sul debuttante francese Abraham Kiprotich, terzo in 2:08:35. Quarto il polacco Marcin Chabowski in 2:10:07. Ritirato il tedesco Jan Fitschen, ex-campione d’Europa dei 10000. Affermazione femminile con primato della corsa per la 29enne keniana Agnes Barsosio Jeruto in 2:25:49 sulla bielorussa Nastassia Staravoitava, seconda in 2:27:24, e sull’etiope Melkam Gisaw, terza in 2:27:50. Quarta la bielorussa Volha Dubovskaya in 2:28:08. Prima tedesca Anna Hahner, al debutto, settima in 2:30:14. 2737 gli arrivati.

Il keniano Bernard Koech vince la mezza internazionale di Nizza realizzando il nuovo record della gara, in 59:57 sul connazionale Titus Masai, secondo in 1:00:29, e sull’etiope Tesfaye Abera, terzo in 1:00:32. Quarto l’etiope Abraham Gebretsadik in 1:00:34 sul connazionale Andualem Shiferaw, quinto in 1:00:40, e sul keniano Reuben Limo, sesto in 1:01:32. Vittoria femminile per l’etiope Gutemi Imani in 1:11:11 sulle keniane Pauline Njeri, seconda in 1:13:42, e Mercelyne Ondieki, terza in 1:13:53. Seguono le due francesi Svetlana Pretot, quarta in 1:15:23, e Catherine Bertone, quinta in 1:18:23. Sulla 10 km vincono Laurent Bossus in 32:16 e Karrima Kherroubi in 37:26.

La 2^ Media Maratón de Gijón Villa de Jovellanos (Spagna) è vinto dall’etiope Workneh Fikre in 1:04:30 su Alejandro Martínez Fernández, secondo in 1:05:51, e Ivan Hierro Pena, terzo in 1:06:15. Alba García Fernández è la prima donna in 1:13:28 su Verónica Pérez Rodríguez, seconda in 1:15:01, e María Dolores Pulido Fernández, terza in 1:18:44. 1535 i finisher.

La Yangzhou Jianzhen International Half Marathon (Cina) è vinta dall’etiope Ayele Abshero in 1:01:11 sul keniano Silas Kipruto, secondo in 1:01:47, e sul marocchino El Hassan Elabbassi, terzo in 1:01:57. Vittoria femminile per la 25enne keniana Fyles Ongori in 1:11:07 sull’etiope Feysa Tadesse, seconda in 1:11:08, e sulla connazionale Alice Mogire, terza in 1:11:11. Quarta l’etiope Bezunesh Bekele in 1:11:15.

Il 19enne Ryan James, solitamente dedito allo sci di fondo, debuttante sulla distanza, vince la Country Music Marathon di Nashville (Tennessee, Usa) in 2:32:47 su Steve Slaby, secondo in 2:40:16, e Daniel Smoak, terzo in 2:41:44. Debutto con vittoria anche al femminile per Erin Sutton in 2:54:16 su Karen Lockyer, seconda in 2:56:21, e Erin Wachter, terza in 3:00:56. 3925 i finisher.

Il 28enne Adam Roach vince la Big Sur International Marathon di Carmel (California, Usa) in 2:32:25 su Chris Mocko, secondo in 2:34:11, e Jesus Campos, campione uscente, terzo in 2:37:08. La 41enne romena Nuta Olaru è la prima donna in 2:50:08 su Amy Lane, seconda in 3:09:42, e Cassandra Allred, terza in 3:11:34. 3357 i finisher.

Il 25enne Jake Buhler vince la Oklahoma City Memorial Marathon (Usa) in 2:27:30 su Cole Crosby, secondo in 2:36:25, e Scott Downard, terzo in 2:37:03. Tra le donne, s’impone la 30enne Camille Herron in 2:45:13, seguita da Catherine Lisle, qui vincitrice nel 2010, seconda in 2:54:12, e Meredith Thompson, terza in 3:07:33. 2643 gli arrivati.

Il 33enne Michael Wisniewski vince la Eugene Marathon (Oregon, Usa) in 2:20:41 (pb) su Teshome Kokebe, secondo in 2:24:16, e Aleksandr Tomas, terzo in 2:24:37. In campo femminile vince la 32enne Allison Howard in 2:53:07 su Wendy Terris, seconda in 2:54:20, e Gwen Thomas, terza in 2:54:59. 2345 i classificati. Craig Leon vince la mezza in 1:05:35 su Greg Mitchell, secondo in 1:06:59, e Kameron Ulmer, terzo in 1:07:07. Marci Klimek è la prima donna in 1:17:35 su Bria Wetsch, seconda in 1:18:23, e Sarah MacKay, terza in 1:19:11.

La 34^ Marathon d’Albi è vinta dall’ucraino Sergii Marchuk in 2:18:35 sull’algerino Belmoktar Mechkar, secondo in 2:22:24, e sul keniano John Ngeny, terzo in 2:23:15. La keniana Immaculate Chemutai è la prima donna in 2:45:07 sulla russa Marfa Pakhomova, seconda in 2:48:17, e sulla bielorussa Natalia Tsitorina, terza in 2:52:12. 345 i finisher. Il marocchino Abdelkader Lasfar vince la mezza in 1:07:48 sul francese Mathieu Brulet, secondo in 1:13:23, e sul marocchino Noureddine Laidi, terzo in 1:13:56. La russa Maria Fedosseeva è la prima donna in 1:24:12 sulle francesi Sylvie Calmet, seconda in 1:28:08, e Valerie Lucas, terza in 1:30:09. 660 i finisher.

La 15^ Renta Oberelbe Marathon (Germania) è vinta Bartosz Mazerski in 2:31:38 su Marco Diehl, secondo in 2:39:48, e Zawierucha Damian, terzo in 2:44:04. Patricia Kusatz è la prima donna in 3:20:19 su Heike Hensel, seconda in 3:22:39, e Katrin Wewetzer, terza in 3:25:01.

Il 27enne Jason Lokwatom vince la Illinois Marathon di Champaign/Urbana (Usa), disputata in condizioni inaspettate di gran freddo, in 2:22:46 precedendo Hillary Kogo, secondo in 2:28:58 e Peter Kemboi, terzo in 2:29:30. La 29enne Jackie Pirtle-Hall è la prima donna in 2:43:52 su Michelle Corkum, seconda in 2:55:48, e Julie Ralston, terza in 2:56:02. 1877 i classificati.

Terzo successo del 2012 per il 25enne Jynocel Basweti che, dopo la Knoxville Marathon e la Shamrock Sportsfest Marathon, s’impone nella Kentucky Derby Festival Marathon di Lousville (Usa) in 2:23:04. Edward Korir sale sul secondo gradino del podio in 2:25:07 seguito da Julius Kosgei, terzo in 2:27:01. La locale 32enne Amy Doolittle-Crider vince la gara delle donne in 2:58:24 (pb) su Meghan Davey, seconda in 3:09:50, e Mary Tuttle, terza in 3:11:57. 2093 gli arrivati.

A.J. Kelly vince la Gettysburg North-South Marathon Champion (Pennsylvania) in 2:36:55 su Bret Kilefner, secondo in 2:45:17, e Brian Waters, terzo in 2:48:43. La 39enne Katie Aldridge è la prima donna in 3:05:50 su Catherine Unruh, seconda in 3:13:50, e Mariesa Slaughter, terza in 3:26:18. 455 i finisher.

Jordan Lafreniere, 29enne, vince la Trail Marathon di Pinckney (Michigan, Usa) in 3:11:28 su Ben Vanhoose, secondo in 3:12:06, e Kevin Tarras, terzo in 3:37:24. La 28enne Melanie Peters domina la gara femminile in 3:28:31 su Laura Howell, seconda in 3:53:45, e Malissa Lauderbaugh, terza in 4:11:47. 176 i classificati.

Il 39enne Darryl Huras è il vincitore della St. John Ambulance Marathon (Waterloo, Canada) in 3:02:09 su Michael Medeiros, secondo in 3:04:46, e Giles Malet, terzo in 3:08:02. Rachel Slade vince la prova rosa in 3:06:21 seguita da Kirstin Schwass, seconda in 3:29:19, e Dana Kulic, terza in 3:49:31. 95 gli arrivati.

Vittoria con distacco per il 36enne Patrick Russell nella Run for the Lakes Marathon di Nisswa (Minnesota, Usa) in 2:35:45 sul campione uscente Casey Miller, secondo in 2:47:42, e Scott Hoberg, terzo in 2:56:51. La 41enne Melissa Jansen vince tra le donne in 3:16:24 su Molly Pennings, seconda in 3:23:52, e Jill Kroc, terza in 3:31:41. 105 i finisher.

Il 34enne Kyle Gibbs s’impone nella Frisco Marathon di Willard (Missouri, Usa) in 3:09:07 a precedere Daniel Sontheimer, secondo in 3:11:00, e Sott Hicks, terzo in 3:18:23. La 43enne Lauren Farkash è la prima donna in 3:30:32 su Kristi Sheridan, seconda in 3:30:32, e Maria Chevalier, terza in 3:56:51. 104 gli arrivati.

Nella Jailbreak Marathon di Wautoma (Wisconsin, Usa), successo per Rob Beaver in 3:03:53 su Jeff Csuy, secondo in 3:15:45, e Adam Buck, terzo in 3:20:02. La 44enne Mary Flaws vince al femminile in 3:22:53 su Michelle Tanem, seconda in 4:04:25, e Erin Moldenhauer, terza in 4:06:21. 48 i classificati.

Quarto successo stagionale sulla distanza per il 41enne Chuck Engle che si afferma nella River Rat Marathon di Yankton (South Dakota, Usa) in 2:46:09 su Jeremy Morris, secondo in 2:50:07, e Peter Euler, terzo in 3:04:12. Tra le donne vince la 29enne Diane Murphy in 3:41:51 su Mary Von Seggem, seconda in 4:01:19, e Nancy Dickerson, terza in 4:03:49. 38 i finisher.

Terzo successo della carriera, dopo quelle del 1997 e del 2000, per il 42enne Phil Costley che vince la Rotorua Marathon (Nuova Zelanda) in 2:28:25 su Blake McWhirter, secondo in 2:28:40, e Ross McIntyre, terzo in 2:38:04. La 42enne Liza Hunter-Galvan, al rientro dalla squalifica per doping di due anni, vince la gara femminile in 2:46:23 su Gabrielle O’Rourke, seconda in 2:55:30, e Lisa Robertson, terza in 2:59:22.

La Rotary Shakespeare Marathon di Stratford-upon-Avon (Regno Unito) ha visto svolgersi la sola mezza con vittoria di Michael Robinson in 1:18:10 su Matthew Edmonds, secondo in 1:19:06, e Andrew Sprague, terzo in 1:20:09. Prima donna Mel Evans in 1:33:45 su Charlotte Finch, seconda in 1:36:01, e Sarah O’Sullivan, terza in 1:35:41.

Dave Mitchinson vince la Milton Keynes Marathon (Gran Bretagna) in 2:41:51 su Stephen Richardson, secondo in 2:44:06, e Tom Drake, terzo in 2:44:59. Vittoria e pb per Yvette Grice in 3:00:23 al femminile su Jane Ovington, seconda in 3:01:46, e Gill Fullen, terza in 3:02:36. 2828 i finisher.

La Greater Manchester Marathon (Gran Bretagna) è vinta da Dave Norman in 2:24:50 su Andi Jones, secondo in 2:26:23, e Martin Sanders, terzo in 2:28:08. Successo femminile per Rebecca Johnson in 3:05:26 su Sally Malir, seconda in 3:10:46, e Jessica Oliver-Bell, terza in 3:10:50.

Il keniano Titus Masai vince la 10 km Conseil General di Marsiglia (Francia) in 28:20, sul connazionale Salim Saiti, secondo in 28:41, e Abraham Niyonkuru, terzo in 28:44. Primo francese Ruben Lidongo, nono in 29:35. La etiope Gutema Imana è la prima donna in 32:44 sulle francesi Laurane Picoche, seconda in 33:34, e Fatima Yvelain, terza in 35:18.

La 30^ Puy en Velay, gara francese di 15 km, è vinta dal 18enne etiope Fikadu Haftu in 43:10 sui keniani Robert Chomesin, secondo in 43:14, e Kenneth Kipkemoi, terzo in 43:22. Vittoria keniana al femminile per Gladys Chepchirchir in 49:28 sull’etioe Aheza Kiros, seconda in 49:48, e sulla connazionale Cynthia Jerotich, terza in 51:40.

Il marocchino Ben El Hassan vince la 20 km di Maroilles (Francia) in 59:05 sui keniani Kennedy Kimutai, secondo in 59:07, e William Kipsang, terzo in 59:43. Successo etiope tra le donne con Bizuayezhu Ehite in 1:08:58 sulla keniana Leonida Mosop, seconda in 1:12:15, e sulla burundiana Francine Niyonizigiye, terza in 1:14:21.

La 1^ edizione della 10km di Zhukovskiy, in Russia, è vinta da Alevtina Ivanova in 32:31 su Gulnara Galkina, seconda in 32:43. Vittoria maschile per Nikolay Chavkin in 29:35.

La Globus Marathon St. Wendel (Germania) è vinta dal keniano Kickson Terer in 2:14:31 sui connazionali Joel Mwangi, secondo in 2:14:55, su Robert Kirui, terzo in 2:17:37. Julia Keck è la prima donna in 2:51:29 su Elke Brenner, seconda in 2:55:22, e Tanja HooB, terza in 2:58:52.290 i finisher. Jonas Lehmann vince la mezza in 1:12:30 su Samuel Schu, secondo in 1:12:32, e Patrick Bauer, terzo in 1:17:14. Heike Brucker-Boghossian è la prima donna in 1:31:09 su Andrea Karl, seconda in1:31:38, e Martina Werth, terza in 1:32:38. 1198 i finisher.

Pista

La 118^ edizione delle Penn Relays di Philadelphia, festival delle staffette, registra due wl in campo femminile, entrambi statunitensi: la 4×100 in 42.19 (Madison, Felix, Knight e Jeter) su quella giamaicana (Simpson, Stewart, Bailey e Shelly-Ann Fraser-Pryce), seconda in 43.31, e la 4×400 in 3:21.18 (McCorory, Felix, Hastings e Richards-Ross) sulla Giamaica, seconda in 3:26.55. Al maschile, gli Usa (Rodgers, Gatlin, Patton e Dix) vincono la 4×100 in 38.40 sulla Giamaica (N. Carter, M. Anderson, L. Clarke, O. Bailey), seconda in 38.98; l’altra formazione Usa vinceva l’altra serie in 38.47 (Ivory Williams, Crawford, Kimmons e Ryan Bailey). Nella 4×400, vittoria e wl sempre per gli Usa in 3:00.15 (Calvin Smith jr., Angelo Taylor, Bershawn Jackson e LaShwan Merritt) su Bahamas, seconda in 3:00.56. Nelle staffette miste, altre due vittorie statunitensi al maschile su quella del mezzofondo in 9:19.31 e al femminile su quella dello sprint in 3:42.85.

Nelle Drake Relays di Des Moines, disputate con difficili condizioni climatiche, vittoria di Wallace Spearmon sui 200 in 20.02, primato della manifestazione, di Chaunte Howard-Lowe nell’alto con 1.98, di Jennifer Suhr-Stuczynski nell’asta con 4,65, di Ryan Whiting nel peso con 21.31, di Ryan Wilson sui 100 hs in 13.20 (su Omo Osaghae (13.24) e Terrence Trammell (13.36)), del portoricano Javier Culson sui 400 hs in 49.02, di Kristi Castlin sui 100hs in 12.76 e di Jenny Simpson sui 1500 in 4:12.95.

A Palo Alto, nel Payton Jordan Cardinal Invitational at Stanford University, wl maschili sui 10000 uomini con vittoria del canadese Cameron Levins in 27:27.96 sul keniano Sam Chelanga in 27:29.82 e sullo statunitense Chris Derrick in 27:31.38 (quarto Meucci in 27:32.86); sui 1500 in 3:35.18 dell’inglese Andy Baddeley sul norvegese Henrik Ingebrigtsen in 3:36.39 e sul neozelandese Zane Robertson in 3:36.53; sui 5000 in 13:11.63 dello statunitense Lopez Lomong sul keniano Kevin Chelimo in 13:14.57 e Matt Tegenkamp in 13:15.00 (miglior prestazione europea 2012 del britannico Chris Thompson, quarto in 13:15.21); wl femminili sui 1500 in 4:07.00 di Anna Pierce-Willard; sui 5000 in 14:43.11 di Sally Kypiego su Julia Lucas 15:08.52 e Julie Culley 15:13.87; sui 10000 in 31:15.97 della 23enne keniana Betsy Saina su Amy Hastings 31:19.87 (pb) e Fionnuala Britton 31:29.22 (pb). 19.54 nel peeso per Jillian Camarena-Williams.

A Berkeley, 52.16 sui 400 di Alysia Montano-Johnson, una delle migliori ottocentiste internazionali.

In Texas, doppietta per St.Kitts: Tameka Williams vince in 11.18 e Antoine Adams in 20.41.

A Irvine, Richardson vince i 110 hs in 13.32, Joanna Hayes vince i 100hs in 12.87, la britannica Hitcton vince il martello in 68.52.

A Medellin, in Colombia, Catherine Ibargüen ottiene il wl sul salto triplo in 14,95 (vento 0,9), a 4 cm del suo primato sudamericano. Uguagliato, dopo 24 anni, il record nazionale sudafricano dei 100 metri (10.06 di Johan Rossouw) ad opera di Simon Magakwe, nella semifinale dei campionati universitari di Johannesburg. Vittoria in finale in 10.16. Mpuang vince i 200 in 20.1 su Magakwe (20.3).

A Dakar, Amantle Montsho vince i 400 in 50.94. Nell’Oda Memorial di Hiroshima, vittoria sui 100 per Ryota Yamagata in 10.08 sulle semifinali (10.16 in finale). Nel giavellotto maschile, il neozelandese Farquhar ottiene il wl con 86,31 sul giapponese Genki Dyene, secondo in 84.28. Al femminile, 15:19.27 per Sally Kaptich Chepyego nei 5000, 13.04 sui 100 hs della Kimura.

Nel Grand Prix di Wuhan, in Cina, l’iridata Li Yanfeng vince il disco con 65,85, Gong Lijiao il peso con 19,65, Zhang Wenxiu il martello con 72,31, Zhang Li il giavellotto con 64,74. Nel lungo maschile ottimi salti per Li Jinzhe (8,25) e Su Xiongfeng (8,21). Il 18enne Xie Zhenye vince i 200 in 20.66.

L’iridata Oksana Miankova ha ottenuto la terza misura di sempre nel martello – dietro Betty Heidler (79,42) e la polacca Wlodarczyk (78,30) – nel Memorial Sukhevich di Brest (Bielorussa), portando il record nazionale a 78,19. Tra gli uomini vince Kryvistki con 78.30 su Devyatovskiy (77,72).

A Veszpremm in Ungheria, il vicecampione mondiale Krisztian Pars vince il martello con 81,16, wl.

Record del Botswana per l’iridata Amantle Montsho sui 200 corsi in 22.89 nel Shizuoka International Track & Field Meet (Giappone) sulla giapponese Chisato Fukushima (23.12).

L’ospite keniano Jacob Chesari vince i 10000 metri del campionato israeliano di Tel Aviv in 27:59.05. Secondo e campione nazionale, Tasama Moogas in 28:31.96.

L’ottava edizione del Meeting Region Guadeloupe di Baie Mahault registra il wl di LaShawn Merritt sui 400 in 44.73. Dayron Robles vince i 110 hs in 13.19 su Ronnie Ash (13.30); Dawn Harper i 100 hs donne in 12.71 su Virginia Crawford (12.87). Lashauntea Moore vince I 100 donne in 11.11 su Jeneba Tarmoh (11.24); Churandy Martina I 200 uomini in 20.40 su Rondell Sorillo di Trinidad (20.42). La colombiana Catherine Ibarguen vince il triplo con 14.73 su Yargelis Savigne (14.24); imitata da Will Claye al maschile con 17.05. Fonte Podisti.net

Lascia un commento